VIAF.it - Regolamento






Atti della Comunita' e Regolamenti
Atto Costitutivo
Regolamento
Addestramento e Brevetti
Codice Comportamentale dell'Allievo

ATTO COSTITUTIVO Coordinato con lo Statuto approvato nel 2004 Si costituisce, con questo atto, la Comunità di appassionati al volo virtuale denominata “Virtual Italian Air Force - VIAF”, di seguito solo VIAF, già “La Fenice”. Questo è il nome che apparirà al pubblico nelle intestazioni dei siti, delle comunicazioni ufficiali ed in tutte le forme di espressione pubblica. Ove, nel testo non venga specificato altrimenti, deve intendersi VIAF web e VIAF NoProfit.

1) VIAF è un’Associazione democratica, fondata sul lavoro di tutti i propri membri. La sovranità, nelle decisioni e nell’indirizzo da seguire, appartiene ai suoi membri che la eserciteranno nelle forme e nei limiti stabiliti dallo Statuto.

2) Sono Soci Fondatori di VIAF NoProfit i firmatari dello Statuto. La definizione “socio fondatore” cesserà di avere effetto a far data dal 1° Marzo 2003.

3) L’Associazione “VIAF” riconosce e garantisce i diritti inviolabili dei Membri al rispetto e alla tutela dell’onore e della dignità personale, sia come singoli sia come appartenenti ai gruppi di volo nei quali svolgeranno la loro attività.

4) Tutti i Membri hanno pari dignità di uomini e sono uguali di fronte allo Statuto, senza distinzione di sesso, grado, tempo di permanenza nella Comunità e opinioni personali. E’ compito di VIAF NoProfit, attraverso VIAF web, fornire addestramento ai nuovi iscritti e perfezionare i piloti già presenti che ne avessero la necessità, al fine del pieno sviluppo delle capacità di pilotaggio virtuale di ognuno per la partecipazione dello stesso ad ogni attività di volo prevista, nonché di perseguire l’oggetto previsto dallo Statuto : “Diffondere la cultura aeronautica con ogni mezzo a disposizione: visite guidate, eventi, conferenze etc”

5) VIAF si darà un assetto organizzativo richiamandosi all’organizzazione dell’Istituzione di riferimento - Aeronautica Militare Italiana - costituendo, al suo interno, Aerobrigate e Gruppi di Volo Virtuale; la costituzione delle AB e dei Gvv viene demandata all’apposito regolamento attuativo che delineerà le linee guida per l’attività dell’Associazione stessa.

6) Il principale organo di espressione della volontà dell’ Associazione VIAF NoProfit, è l’Assemblea Ordinaria dei membri tutti. Avrà luogo con cadenza annuale nelle forme che saranno possibili, privilegiando, comunque, l’incontro di persona. L’Assemblea indicherà gli obiettivi che l’Associazione dovrà perseguire dandone delega al Consiglio Direttivo che avrà l’onere di procederne alla realizzazione. Potrà essere convocata, qualora gravi e giustificati motivi lo richiedano, un’Assemblea straordinaria, su richiesta di almeno un terzo dei membri dell’Associazione. Anche in questo caso si valuterà la possibilità di un’ assemblea di persona o verranno valutati, da un Consiglio Direttivo Straordinario convocato per l’occasione, altri modi che consentano la massima partecipazione.

7) Il Presidente di VIAF NoProfit e di VIAF web, riconosciutene le capacità, la dedizione dimostrata finora, le competenze, il grado di conoscenza del mondo aeronautico simulato e non, è Francesco “Mix” Missarino, durerà in carica tre anni e sarà rieleggibile. Il Presidente presiede anche il Consiglio Direttivo di cui fa obbligatoriamente parte.

8) Il Consiglio Direttivo, composto da due a sei membri, avrà il compito di condurre a compimento i programmi, per l’Associazione tutta, affidatigli dall’Assemblea di VIAF NoProfit secondo le norme statutarie. Durerà in carica tre anni e può essere rieleggibile. Tra le altre cose, ha il compito di ammettere nuovi soci in VIAF NoProfit.

9) Ogni Membro/Pilota di VIAF ha il diritto/dovere di svolgere , secondo le proprie attitudini, possibilità e possibilmente anche la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso dell’Associazione.

10) L’Associazione riconosce e promuove le autonomie dei singoli Gruppi relativamente alle attività interne e favorisce, altresì, l’interscambio di conoscenze tra i vari Gruppi. Le linee guida per raggiungere questo risultato saranno di competenza e programmazione di VIAF NoProfit

11) L’Associazione promuove lo sviluppo delle tecniche di volo e delle tattiche, oltre ad ogni tipo di sperimentazione tecnica nel campo dei simulatori di volo. Le linee guida per raggiungere questo risultato saranno di competenza e programmazione di VIAF NoProfit

12) L’Associazione ripudia ogni genere di comportamento offensivo o lesivo dell’onore e della dignità altrui e promuove la risoluzione delle controversie interne ed esterne tramite un collegio imparziale. Tutti i membri VIAF potranno ricorrere al Collegio dei ProbiViri VIAF NoProfit, per la risoluzione di eventuali controversie.

Regolamento Con il presente regolamento si vuole organizzare la struttura con la quale l’Associazione opererà, specificando la durata, le competenze e le aree di intervento degli organi che compongono lo staff di indirizzo e le linee guida dell’ordinamento dell’Associazione. Finalita' dell’Associazione VIAF persegue lo scopo di incrementare e diffondere la cultura aeronautica in ogni forma conosciuta, soprattutto attraverso la conoscenza, lo sviluppo, la pratica e l’insegnamento delle tecniche del Volo Virtuale. Allo scopo l’Associazione è aperta ad ogni simulatore di volo, con la preferenza del simulatore “Falcon4” nella sua ultima versione e suoi successivi aggiornamenti. E’aperta, inoltre, allo scambio di conoscenze e di esperienze con tutte le altre Comunità omologhe, senza alcuna distinzione, salvo che, da parte di queste, non venga manifestata aperta ostilità verso la Comunità in se stessa e le finalità che persegue. Team Operativi di SupportoCon successiva formulazione da parte del Consiglio Direttivo, saranno formati Team operativi di supporto nelle seguenti aree di intervento:Team di supporto logistico: workgroups che avranno il compito di provvedere alla gestione ed al mantenimento delle comunicazioni, delle notizie e di quanto sia di interesse generale dell’Associazione, intervenendo sul sito web di riferimento e sui siti ad esso correlati (ove esistenti e ove sorga la necessità di costruirne di nuovi); che mantengano le relazioni con le altre comunità, che assumano le informazioni relative alle novità nel campo di interesse della comunità e, in genere, addetti alle pubbliche relazioni. Team di supporto tecnico/operativo: workgroups che avranno il compito di sviluppare le iniziative proposte ed approvate sotto l’aspetto di test di nuovo software, patches, innovazioni etc. Team d’intervento mirato: workgroups che riceveranno un incarico finalizzato per iniziative di particolare interesse, limitate nel tempo e negli obiettivi. Le modalità di lavoro dei workgroups saranno sempre rivolte alla massima interpolazione con gli altri team ove questo si riveli necessario, pur se nella piena autonomia e libertà di scelta (entro i limiti imposti dalle direttive del Consiglio Direttivo). Collegio dei Probi Viri Sarà l’organo deputato a decidere sulle controversie che possano sorgere tra tutti i membri dell’Associazione. E’ formato da tre componenti e interverrà qualora non sia possibile risolvere altrimenti le eventuali dispute o allorquando il Consiglio Direttivo abbia emanato provvedimenti impugnati da un qualsiasi iscritto all’Associazione. Il suo giudizio avrà valore definitivo e chiuderà senza alcuna conseguenza (tranne quelle previste dallo statuto) la contestazione. Avrà competenza per tutte le questioni inerenti l’Associazione. Struttura dell’Associazione WEB VIAF mantiene una struttura fondata sulla somiglianza con quella dell’Istituzione di riferimento : L’Aeronautica Militare Italiana, sia pure con le inesattezze, rispetto alla realtà, dovute alla volontà di mantenere l’aspetto ludico della simulazione. Ordinamento di Base VIAF, al fine di garantire la maggiore apertura possibile a tutti coloro che vorranno partecipare, offrirà due alternative di “carriera”:
1)AUPvC o Allievi Ufficiali Piloti virtuali di Complemento.
Questa carriera consente e garantisce a tutti gli iscritti di poter partecipare alla maggior parte delle attività organizzate dalla comunità. L’ addestramento previsto per questa carriera richiede un impegno minimo e limita nel frattempo il raggiungimento di qualifiche e gradi. E’ la carriera però che garantisce in maggior parte l’area più ludica della simulazione. Il massimo grado a cui e’ possibile arrivare con questa carriera e’ Capitano, e la massima qualifica ottenibile e’ “Full Combat Ready”. Gli Allievi che sceglieranno quest’alternativa frequenteranno comunque un Corso accademico fino al conseguimento dell’Addestramento Basico Avanzato (LCA - Limit Combat Awareness) e, quindi, saranno assegnati ai Gruppi a seconda delle attitudini dimostrate, delle necessità della comunità, e tenuto conto delle preferenze personali, con il grado di Sottotenente Pilota.
2)SPvE o Servizio Permanente virtuale Effettivo.
Per accedere a questi ruoli diventa indispensabile seguire un corso accademico con impegno più elevato. Le modalità, gli impegni e le specifiche di questi corsi saranno trattate nel documento di specifica dell’ Accademia. Questa seconda carriera favorirà coloro che vogliono perseguire il massimo realismo all’ interno della simulazione. Non ci sono limiti a gradi e qualifiche raggiungibili da questa carriera se non quelli di indirizzo (Carriera Istruttori su AeroMobili e Carriera Stato Maggiore). Al termine del Corso Accademico gli allievi conseguiranno il grado di Tenente e verranno assegnati ai Gruppi con le medesime modalità previste per la carriera di complemento. Naturalmente dalla carriera AUPvC, tramite la frequentazione di corsi Accademici, sarà possibile il passaggio al Ruolo SPvE. Potrà essere, altresì, possibile dal Ruolo SPvE, congelando le qualifiche, passare al ruolo AUPvC qualora il Membro lo desiderasse.

In virtù di quanto sopra specificato si e’ deciso di suddividere le risorse della comunità secondo le attitudini personali dei Membri, impostando uno schema che si avvicina per quanto possibile all’Aeronautica Militare. Pertanto l’ordinamento della Comunità è così ripartito:
Comando Interforze:Presidente, Il Consiglio Direttivo, Responsabili dei Dipartimenti
6^ Aerobrigata:
155° GVv
156° GVv

2^ Aerobrigata:
10° GVv
23° GVv

61^ Aerobrigata:
212° GVv
311° GVv OCU (in costituzione)
RSV - Reparto Sperimentale Volo (in costituzione)
102° GVv autonomo OCU team di riconversione su aeromobili (in posizione quadro)*

Nucleo Speciale Volo
313° GVv Autonomo : Pattuglia Acrobatica Virtuale - su ogni tipo di aeromobile disponibile - (parzialmente costituito e in via di completa costituzione).

(*)Il posizionamento del 102° GVv nella 61^ Aerobrigata indica che ogni AB si servirà del gruppo per la riconversione su aeromobili diversi dall’aeromobile di utilizzo primario. Nel Gruppo di volta in volta, saranno presenti Istruttori in possesso delle abilitazioni specifiche per ogni aeromobile oggetto della riconversione. Menzioni e Riconoscimenti Ogni Membro dell’Associazione che apporti il suo contributo per migliorarne l’efficienza, implementarne la fantasia, ne promuova la conoscenza all’esterno, o agisca in qualsivoglia modo per accrescerne il prestigio, riceverà dalla comunità tutta il giusto riconoscimento e la legittima gratificazione sotto forma di menzioni e riconoscimenti. Sul suo logbook verranno riportate le menzioni e i riconoscimenti. Ogni annotazione avverrà in forma scritta, secondo i seguenti canoni:
Menzione Ordinaria : su proposta del Comandante di Gruppo al/ai Membro/i che si sia/no distinto/i nelle attività di Gruppo, sia nelle missioni ufficiali che in ogni altra attività il Gruppo sia chiamato a svolgere. Verrà comunicata al Consiglio Direttivo e, successivamente all’approvazione di questo, inserita nel logbook personale di ogni Membro interessato con la firma del Comandante di Gruppo.
Menzione Straordinaria : su proposta congiunta dei comandanti di tutti i Gruppi al/ai Membro/i i quali abbiano promosso, proposto e condotto a termine progetti o iniziative che abbiano portato lustro o implementato la funzionalità della comunità nella sua interezza. Dopo l’approvazione da parte del Comando Interforze verrà riportata nel logbook personale di ogni Membro interessato con la firma congiunta dei Comandanti dei Gruppi e del Comando Interforze e ne verrà data notizia e risalto nelle news del sito.
Riconoscimento Ufficiale : Su proposta dell’Assemblea, attraverso i Comandanti dei Gruppi ed il Comando Interforze, al/ai Membro/i i quali si siano adoperati per aumentare il prestigio della Comunità all’esterno, attraverso attività, iniziative e quant’altro sia risultato utile allo scopo principale della Comunità : diffondere con ogni mezzo la cultura aeronautica, la conoscenza dei simulatori e l’interscambio proficuo e positivo con altre Comunità del settore. Sanzioni L’Associazione respinge l’idea di adottare azioni negative nei confronti di ognuno dei suoi Membri, rimandando ogni evento a quanto sia stabilito dal Collegio dei ProbiViri, tuttavia, si possono verificare casi in cui venga deciso di comminare una sanzione al Membro inadempiente o responsabile di gravi eventi in contrasto con i principi dell’Associazione. Premesso che l’espulsione possa essere comminata solo in presenza di atti di indegnità o lesivi in forma assai grave della dignità e del rispetto verso gli altri Membri, in virtù di questo le sanzioni previste dalla Comunità possono essere:
Richiamo Semplice: Comminato dal Comando Interforze su segnalazione del/dei Comandante/i di Gruppo e dopo l’esame del Collegio dei ProbiViri, nel quale si richiamerà, per iscritto e in forma privata, il/i Membro/i all’osservanza delle regole e dei principi della Comunità. Non ne verrà presa nota in alcun modo e si cercherà di dirimere ogni questione dall’evento prodotta.
Richiamo Ufficiale: Comminato dal Comando Interforze su deliberazione del Collegio dei ProbiViri, verrà espresso in forma scritta e ne verrà data menzione nelle news sul sito. Verrà annotato nel logbook personale e potrà essere rimosso solo dopo l’ottenimento di due menzioni ordinarie.

Per tutto quanto non previsto nel presente regolamento si rimanda ai regolamenti attuativi di sezione o di indirizzo che verranno eventualmente e successivamente emanati ed adottati. Il presente regolamento discende direttamente dallo Statuto di VIAF NoProfit, con l’intento di governare e disciplinare l’attività di ambedue le strutture : la NoProfit e la web. Addestramento e Brevetti

Brevetto di Primo Livello Ammissione
• Quiz generale informativo nel quale vengono richiesti alcuni dati personali dell’allievo (nome, cognome, esperienze di volo reale e virtuale, ecc.), oltre ad alcune nozioni aeronautiche molto semplici. Questo quiz non impedisce di accedere ai corsi seguenti
• Prova pratica di volo: è necessario seguire il piano di volo (solo la direzione) e non danneggiare l’aereo. Dopo questo esame, l’allievo viene inserito in un Corso Accademico senza distinzione tra Complemento ed Effettivo, la scelta verrà operata dall’allievo una volta giunto al corso.

Addestramento al Volo Questo blocco addestrativo è suddiviso in tre temi ed una sessione di esame:
• Navigazione Diurna: accensione velivolo, taxi, comunicazioni radio, decollo, volo ad alta quota e BBQ, navigazione digitale (HSD e HUD), volo in formazione, virate a comando, circuiti di attesa e di atterraggio, riattaccate, jettison serbatoi, atterraggio, atterraggio con ILS (cenni), spegnimento del velivolo;
• Navigazione Notturna: volo ad alta quota e BBQ, cenni di navigazione digitale e analogica (HSI, ICP, DED), cenni di vettoramento Bullseye, volo in formazione notturno, Emergenze: prove di recupero dallo Stallo, spegnimento motore in volo e riaccensione, atterraggio senza carrelli, atterraggio senza propulsione.

Addestramento Basico AA e AG
• Cenni sull’uso delle armi e addestramento di base

Esame finale di brevetto di I livello
• Missione operativa anche con moderate minacce

Al termine del presente Blocco si consegue il grado di Sottotenente e, a questo punto gli AUPvC, saranno assegnati ai GVv con la qualifica di LCA (Limited Combat Awareness). Presso il Gruppo i Sottotenenti piloti seguiranno l’addestramento specialistico previsto e la progressione in carriera come da regolamento.Gli Allievi che intendano proseguire, invece, verranno avviati come di seguito. Brevetto di Secondo Livello Aria-Aria Basico
• Radar Aria-Aria nelle varie modalità (TWS, RWS, ACM) e RWR con minacce AA;
• BFM (Basic Fighters’ Maneuvers - Manovre basiche di combattimento) 1 vs 1: BFM 1 contro 1 offensive, difensive e neutre;
• Combattimento 1 vs 1: dogfights solo cannoni, DF con missili a ricerca termica, DF con missili a ricerca radar e uso di ECM;
• Missione Aria-Aria: all’allievo è assegnata dall’istruttore una missione scelta a caso tra varie missioni aria-aria in archivio

Aria-Terra Basico
• Radar Aria-Terra nelle varie modalità (GM, GMT, Freeze) e RWR con minacce surface-air;
• Pagina SMS e Selective Jettison, bombe convenzionali;
• Uso e modalità di impiego di Missili, razzi, bombe a guida laser (LGB - Laser Guided Bombs);
• Missione senza minacce: all’allievo è assegnata dall’istruttore una missione scelta a caso tra varie missioni aria-terra in archivio.

Rifornimento in Volo
• Procedure e comunicazioni Radio;
• conoscenza delle procedure di approach;
• conoscenza delle procedure e prove di rifornimento.

Procedure di Radionavigazione
• Tacan uso e programmazione (cenni);
• ILS (cenni);
• Missione di navigazione radioassistita con atterraggio strumentale (eventuale) ;

Esame finale di brevetto di II Livello
• Missione operativa in combattimento.

Addestramento Avanzato Al termine di questo Blocco, i Sottotenenti in SPvE, saranno assegnati al Gruppo con il grado di Tenente e seguiranno l’addestramento avanzato di specialità e successive, eventuali abilitazioni. Potranno, inoltre e solo dopo aver conseguito la qualifica di Capo Coppia, presentare domanda per un Corso Istruttori Piloti, la cui indizione e organizzazione verrà stabilita con successivi ordinamenti. Da questo punto in poi la progressione in carriera è come a parte specificata. Nei Gruppi Volo virtuale sarà condotto l’addestramento avanzato di specialità come di seguito :

Aria-Aria Avanzato
• ACM - Advanced Combat Maneuvers (Manovre di combattimento Avanzate): combattimenti 2 vs 2 e 2 vs bersagli multipli, ACM offensive, difensive, neutre;
• Combattimenti: dogfights 1 vs 1 notturni: solo cannoni, missili a ricerca termica, missili a ricerca radar;
• Tattiche d’attacco: tenaglia orizzontale e verticale, contratto supporto ingaggiato, attacco a catena, champaigne, altre da definire;
• Missione: all’allievo è assegnata dall’istruttore una missione scelta a caso tra varie missioni aria-aria in archivio.

Aria-Terra Avanzato
• Impostazioni SMS, Jettison selettivo, VIP, VRP, ICP e DED;
• Tattiche e manovre d’attacco e difesa: pop-up attack, loft, dive, toss;
• Attacchi SEAD (cenni) e difesa Anti-SAM;
• Missione con minacce A-T: all’allievo è assegnata dall’istruttore una missione scelta a caso tra varie missioni aria-terra in archivio.

Addestramento Avanzato fuori Specialita' Il paragrafo seguente tratta le abilitazioni successive (o alternative per procedere in carriera) Per i Gruppi con specifica attività operativa :

Specializzazione Antinavale
• Procedure
• Armi
• Tecniche d’attacco
• Manovre evasive
• Missione operativa

Specializzazione SEAD
• Procedure
• Armi
• Tecniche d’attacco
• Manovre evasive
• Missione operativa

Abilitazione Appontaggio (F-16, F-18, F-14)
• Teoria, procedure, parametri e comunicazioni
• Touch&go
• Appontaggio con arresto completo
• Decollo
• Ricerca gruppo navale

Specializzazione AWACS
• Teoria
• Procedure
• Brevity calls
• Falcon editor
Specializzazione velivolo per le abilitazioni su A/m diversi
• Conoscenza cabina e comandi
• Parametri di volo
• Procedure
• Test di volo
• Test di combattimento (solo se previsto dall’A/M)

Specializzazione velivolo plurimotore
• Conoscenza cabina e comandi
• Parametri di volo
• Procedure
• Test di volo
• Test di combattimento (solo se previsto dall’A/M)

Il presente regolamento rispecchia le indicazioni contenute nello Statuto dell’Associazione e indica le linee guida che l’Associazione WEB dovrà seguire in osservanza ai dettami dell’Associazione NoProfit. Codice Comportamentale dell'Allievo

L’appartenenza ad un Corso istituito dal Comando Accademia VIAF e l’apprendimento con un metodo collaudato come il W&TS, offre ad ogni Allievo l’opportunità di apprendere la metodologia, le tattiche e le tecniche necessarie ad affrontare la carriera in questa Comunità.
Gli Istruttori che vi verranno assegnati profonderanno nel corso tutta la loro esperienza e la preparazione acquisita durante la loro appartenenza alla Comunità, è una ricchezza che può e deve essere tramandata alle classi di Allievi e che deve essere recepita con il rispetto dovuto ad un’attività che non ha nessuno scopo diverso da quello di veder crescere la conoscenza degli Allievi e la loro preparazione tecnica.
Dovrete tener conto che, da parte degli Istruttori questa sarà un’attività svolta solo con spirito di servizio e con passione e sarà retribuita solo con la soddisfazione che essi proveranno nel momento in cui vi saranno conferite le ali da Pilota e la Limited Combat Readiness.
Questo principio, e con esso, lo stimolo dato dall’orgoglio di appartenere ad un Corso VIAF, richiederanno da parte Vostra un impegno maggiore di quello che potrebbe essere richiesto per poter svolgere un’attività soltanto ludica e, inoltre, l’assunzione di specifiche e precise responsabilità.
Gli Allievi si impegnano:
ad osservare scrupolosamente il regolamento della Comunità; ad affrontare l’addestramento con la dovuta serietà e diligenza;
a sollecitare con domande, idee e proposte le spiegazioni e i chiarimenti degli Istruttori;
ad espletare, nel modo più accurato possibile, le attività che verranno, di volta in volta, richieste loro dagli istruttori;
a sostenere ogni forma di esame (anche teorico) dovesse essere ritenuto necessario da parte degli Istruttori, osservando la precisione e la puntualità;
a privilegiare, nell’attività di volo libero, il volo con altri appartenenti al Corso, quando presenti online, rispetto al volo con altri membri di VIAF;
a seguire il Corso fino al suo naturale termine solo con gli Istruttori designati e responsabili del Corso stesso, evitando, quindi, di rivolgersi ad altri Istruttori saltuariamente;
a richiedere preventive autorizzazioni agli Istruttori per la partecipazione alle attività istituzionali VIAF.
Vi si chiederà molto, in termini di impegno e di applicazione, ma tutti i vostri sforzi saranno ricompensati, al termine del corso, dalla soddisfazione di essere diventati piloti preparati ed addestrati nel modo migliore per affrontare la vostra carriera in questa Comunità.


Buona Fortuna!








Lo Staff Viaf.it

Copyright © by VIAF - Virtual Italian Air Force All Right Reserved.

Pubblicato su: 2004-05-19 (20654 letture)

[ Indietro ]
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi

:: Charcoal2 phpbb2 style by zarron designs © :: PHP-Nuke theme by www.nukemods.com © ::