News @ Virtual Italian Air Force

The News

Riportiamo i debriefing della missione volata dal 156GVv nella serata del 12/03/2018 sul teatro KTO (Korea Standard Operation)

 

Debriefing Volo Phanter22 (Brady)

TARCAP (Target Combat Air Patrol - Pattuglia di Combattimento Aereo sull'Obiettivo)

Il volo di ieri sera si è concluso con un altro abbattimento, ma visto e considerato come si è svolta l’intera missione, posso essere soddisfatto del mio operato.

Il decollo è previsto di mattina presto, verso le 05.50 circa. Il tempo è decisamente buono, visibilità più che accettabile e finalmente voliamo con la LUCE.

Leader del volo il Capt. Irish, io sono il numero 2, il Magg. Flygiò il 3 e il Magg. Vandroy il 4

A causa di un problema al carrello in fase di decollo Flygiò ha dovuto abbandonare la missione, quindi alla fine siamo rimasti in tre.

Decolliamo in orario da Sachon, il nostro Leader ci guida per effettuare la SID dell’aeroporto ma non riuscendo a svolgerla nel migliore dei modi, puntiamo diretti allo STP 2. Ci portiamo a circa 25000 piedi e questa sarà la nostra quota di crociera

A precederci, abbiamo il volo PANTHER 1 che sarebbe l’altra TARCAP e il volo Knight 1, composto dal Comandante Pavvitik e dal Col. Keko, i quali come compito di stasera avevano una SEAD.

Il volo prosegue tranquillamente, arriviamo senza riscontrare alcun problema allo STP 6, il quale sarà, assieme allo STP 7, il tratto da pattugliare, per almeno 30 minuti. Al di sotto di noi si trova l’Aeroporto di Seoul, il quale sarà la causa del mio abbattimento e di quello di Irish.

Pavvitik e Keko fanno il loro lavoro in poco tempo, distruggono qualche SAM e possono passare in RTB. Noi invece dobbiamo continuare il nostro pattugliamento, ne abbiamo ancora per una decina di minuti. Vandroy rileva al radar dei contatti, credo un paio, e si dirige verso di loro, decisamente più a nord della nostra posizione. Trattasi di un Q5(Audi) e di un SU-25. Non ha problemi ad intervenire da solo e li abbatte come se niente fosse. Ma ce ne sono ancora, quindi entriamo in azione anche io e Irish. Mi dirigo verso il primo contatto che riesco a rilevare e mi fiondo su di lui. Trattasi ancora di SU-25. Senza problemi lo tiro giù, anche se di AMRAAM me ne sono serviti due.

Nel mentre Irish ingaggia un altro velivolo, io mi mantengo alla sua sinistra con lo stesso contatto agganciato, se fosse stato necessario potevo intervenire io velocemente. Alla fine non ce n’è stato bisogno e Irish lo ha abbattuto tranquillamente.

Ora nascono i problemi.

Liberata l’area siamo praticamente pronti all’RTB quando improvvisamente sull’RWR compaiono dei 29.

E questi da dove cavolo sbucano? Dopo più di mezz’ora di pattuglia si vedono solo ora?

Ebbene sì, e sono decollati proprio da Seoul.

La cosa particolare è che questi simpaticoni riescono a lanciare salendo in verticale. A me lanciano contro un AA-10B all-aspect, tanto che non ho avuto nessun avvertimento dall’RWR e mi centra esplodendo un po’ più dietro. Non mi resta nient’altro da fare che eiettarmi.

Dopo poco verrà colpito anche Irish ma da un SA-14 mentre Vandroy riesce ad uscirne vivo abbattendo almeno un MIG-29. Probabilmente più di uno anche.

Che dire? Stavolta, complice il fatto che la mix era meno complicata e i contatti non troppi, la mia SA è stata presente praticamente sempre. Una bella MIX comunque, mi sono divertito parecchio nonostante l’abbattimento. Purtroppo l’infame imboscata dei 29 non ha perdonato.

Alla prossima

 

 

Debriefing Volo Phanter21 (Irish)

TARCAP (Target Combat Air Patrol - Pattuglia di Combattimento Aereo sull'Obiettivo)


ieri il Comando ha tentato una mossa azzardata e mi ha messo a capo di una missione aria-aria... che coraggiosi questi dell'ultimo piano!

La Tarcap avente per callsign Panther 2 avrebbe svolazzato in quei di Seul per una mezz'oretta con l'ovvio obiettivo di mantenere i cieli sufficientemente sicuri per i nostri.
Mi sono aggregato però alla mix un pò troppo all'ultimo, e quindi sono un pò mancante di informazioni - non un buon inizio per un leader.
Fortunatamente sono ben coperto, avendo con me Brady, Flygio e Vandroy.
Dopo una mezz'oretta di attesa finalmente decolliamo dalla base di Sachon, nel sud della Korea. Il numero tre della formazione però accusa subito un problema tecnico ai carrelli ed è costretto all'immediato rientro in emergenza; peccato FlyGio, ci sei mancato.
Noi facciamo la nostra navigazione tranquilla, e al fence mettiamo in freezer le teste cercanti dei nostri Sidewinder, tanto per non lasciare niente al caso.
Diversi contatti ci svolazzano intorno, ma a giudicare dall'RWR e dalle chiamate AWACS sono tutti dei nostri. Arriviamo così al nostro stpt #6 dove fatti partire i cronometri cominciamo il pattugliamento. Scelgo di non utilizzare pattern di volo particolari e di tenere la formazione unita; chiedo solo al mio wingman di abbassare un pò la sua scansione, tanto da coprire un pò meglio eventuali minacce provenienti dal suolo.
Per la prima metà della missione possiamo fare il nostro avanti e indietro tranquilli; poi arrivano alcuni bandit che Vandroy battezza subito, e mentre rientra informazione ne incoccia altri due. Sono Frogfoot, e il primo lo saluta con un AIM120 che lo prende in pieno, ma essendo carri armati volanti questi non accusano il colpo e virano per tornare verso nord. A quel punto arriviamo io e Brady e ci prendiamo due tacche facili facili.
A quel punto, vista l'ora tarda e lo stufatino caldo che ci aspettava a casa, chiamo Sentry e chiedo il Request Relief, che mi viene immediatamente confermato. Dò allora l'RTB ai compagni e cominciamo il rientro verso le nostre linee.
Ad un certo punto però vedo sull'HSD l'aeroplanino azzurro di Van che fa un improvviso dietro front. Lo chiamo ma la sua comunicazione giunge disturbatissima, non riesco a capire il problema. Decido allora con Brady di tornare indietro per dare appoggio al nostro #4 quando una chiamata sulla UHF mi avvisa che abbiamo compagnia. Appaiono infatti sull'RWR i fatidici "29", vicinissimi a noi: evidentemente Van se ne è accorto prima di me e mi voleva avvisare. Non c'è tempo di far altro se non di entrare in dogfight, ma subito il mio wingman è abbattuto. Dove cavolo sono sti MIG? Scruto il cielo mentre viro tirando qualche G, e finalmente ne trovo uno. Mi passa davanti da sinistra a destra, alzo un pò il muso e me lo lascio sfilare un goccino verso le mie ore tre, poi tiro tutto ed entro nella sua virata. Che strano, è piuttosto lento e impacciato, non fa nulla per crearmi problemi di angoli. Lascio che il sidewinder si ecciti ben bene e poi via con il primo FOX-2, che colpisce ma non risolve il contenzioso. Fuori il secondo e finalmente ottengo lo splash del MIG. Non ho tempo però di fare grandi festeggiamenti perchè.... senza accorgermente sono sceso un pò troppo di quota, e alcuni ragazzi a bordo di uno ZSU-23 trovano piacevole impallinarmi il falcone e finirmi con un SA-14....

Soddisfatto comunque della mix e del divertimento ottenuto, grandi i miei compagni, bravissimo Brady sempre in formazione nonchè preciso e professionale nelle comunicazioni. Non voliamo spesso insieme, è stato un piacere.
La prossima volta però devo leggere meglio la missione; l'aeroporto di Seul era una minaccia che dovevo considerare più attentamente in fase di briefing. I MIG ci sono decollati da sotto il naso e ci hanno tirato praticamente mentre.... facevano rientrare i carrelli.....

Ciao a tutti!

 

Debriefing Volo Phanter24 (Irish)

TARCAP (Target Combat Air Patrol - Pattuglia di Combattimento Aereo sull'Obiettivo)

Confermo sostanzialmente quanto dichiarato dai miei compagni di volo.

Anche se non mi è stato esplicitamente chiesto, durante la CAP mi sono progressivamente distanziato dal primo elemento in modo da massimizzare la copertura radar, ma non troppo così da poter velocemente ripiegare in caso di necessità.

Il primo ingaggio è stato più sudato del necessario: avevo questo contatto veloce e hot su di me che veniva da nord, da una zona in cui non erano presenti alleati. L'ho preso immediatamente per bandit e sul TGP ho cominciato a distinguere quello che per me era un MiG-23/27 o forse un MiG-25. Arrivato in DLZ ho chiesto veloce all'AWACS un declare e per risposta ottengo MiG-19. La cosa mi spiazza non poco (con relativo sfottò del leader) ma ormai sono lì, skate o banzai, devo attaccare. Il bersaglio comincia le sue manovre difensive ma il massimo che riesce a fare è andare in beaming prima che il mio 120 lanciato da 18Nm head on lo colpisca in pieno. E mentre sono in crank, all'improvviso mi accorgo che di fianco quella palla di fuoco c'è un altro aereo e capisco che deve essere il gregario. Vedo meglio anche la forma, e una livrea inconfondibile da queste parti. Sono due Q-5, certamente meno pericolosi dei MiG che credevo. Ad ogni modo incocco un Sidewinder e splash two.
Ancora non capisco perché me lo chiamavano MiG-19 ma converrete che assomiglia sicuramente più ad un Foxbat che non ad un Farmer. Mah...

Al secondo ingaggio ho distinto nettamente il Su-25 ed ero quasi certo di aver sprecato un 120. Vanno difficilmente giù questi aerei. Per fortuna ci hanno pensato Irish e Brady.

Capitolo MiG-29: io quelle piste e quelle minori attorno Seul, le ho guardate più volte durante il pattugliamento. Purtroppo ci hanno fregato per bene: quando ho visto i due 29 ben dentro al cerchio interno del mio RWR ho pensato di girarmi e controllare visto che avevo un vantaggio di quota importante rispetto al primo elemento e penso che effettivamente la mia comunicazione non sia arrivata. Girandomi mi sono sfilati sotto e hanno puntato decisi Panther 21 e 22. Nel merge sono riuscito comunque a prenderne uno, quello che probabilmente stava seguendo Irish, col secondo Sidewinder (e dire che non ci vado daccordo e ne porto solo uno di solito).

 

DEBRIEFING VOLO NIGHT 11 (Keko)

SEAD (Suppression of Enemy Air Defence - Soppressione delle Difese Aeree Nemiche)

Il compito del nostro volo (Pavvitik leader, Keko wingman) è di abbattere due postazioni di Sam2 rispettivamente allo strp 7 e 8. Decollo e volo tranquillo, qualche chiamata all' awacs di tanto in tanto da parte di Pavvitik ci da cieli puliti o aerei amici. Arrivati allo strp 6 mi accorgo di essere già a tiro dei nostri AGM88, per cui chiedo l'autorizzazione di lancio al lieder, che mi da l'assenso. Locco due Sam 2 molto vicini fra loro e lancio in sequenza
distruggendoli entrambi. Nel frattempo anche Pavvitik lancia distruggendo un Sam2 mentre non trova l'altro, che molto probabilmente era il secondo distrutto da me. A questo punto sbuca un Sam3 e Pavvitik lo centra subito. Svolto il nostro compito (3 Sam2 + 1 Sam 3 distrutti), ci allontaniamo dalla zona calda prendendo la via del ritorno. A questo punto Pavvitik locca un aereo nemico che vola a 15 ang circa. Purtroppo però il lok svanisce quasi subito, ma viene agganciato da me. Trovandoci noi a 28 ang, debbo picchiare in giù sino a 24 ang ma, arrivato quasi a tiro, anche a me sparisce dal radar. A questo punto decido che non vale la pena di perdere tanta quota per inseguire una Kill, per cui rientro in formazione con il mio lieder. Quest'ultimo, forse rimasto un pò deluso dal mancato ingaggio, mi comunica di voler far rifornimento, dato che non l'effettua da tempo. Gli comunico la mia momentanea rottura del bocchettone (ma quando ci vuole per ripararlo?), ma mi offro di accompagnarlo ugualmente. Effettuato il rifornimento da parte del lieder, comunichiamo l' RTB e ci avviamo verso casa. Atterraggio senza problemi e parcheggio accanto a due F18!!!

Pubblicato in Gruppi di Volo Virtuali
Giovedì, 15 Febbraio 2018 16:29

Falcon BMS - Corso Accademico GRIFO IV

Informiamo tutti gli appassionati di volo che con l'arrivo di Settembre l'Accademia VIAF riprende le consuete attività di formazione sui simulatori DCS e Falcon BMS.

Per quest'ultimo è in fase di organizzazione il prossimo corso di primo livello "GRIFO IV"; i partecipanti saranno accompagnati dai nostri istruttori in un percorso di 12 lezioni (in tempi e orari concordati) volte allo studio e all'approfondimento del volo basico sull'F-16.

Sistemi, procedure, comunicazioni, emergenze, radionavigazione, formazioni e rifornimento in volo sono tra gli argomenti che verranno affrontati nel corso base in vista della prova d'esame finale, valida per l'accesso al corso avanzato.

Ai cadetti sarà fornito il relativo programma del corso, una sinossi generale, materiali di approfondimento nonchè tutta la compagnia e l'esperienza degli istruttori e dei piloti VIAF, per superare insieme ogni ostacolo e condividere tante belle serate di volo.

Cosa devi fare:
1- Per prima cosa scrivici due righe su di te e sulla tua passione per il volo anche simulato:
FORUM DI Presentazione
Verrai contattato per un incontro su canale audio dedicato, così ci potremo presentare e magari fare insieme un volo per prendere conoscenza delle tue capacità attuali.

2- Una volta entrato nella comunità VIAF, potrai richiedere l'iscrizione al prossimo corso accademico di primo livello "Grifo IV"


Quello che ci interessa è volare insieme e divertirci.... sei dei nostri?

Pubblicato in Falcon 4.0 BMS 4.33
Venerdì, 11 Settembre 2015 14:21

Inizio stagione 2015 - 2016

stagione2015-2016b

L'attività delal Comunità VIAF ripartirà il giorno Lunedi 14 settemrbe 2015.

Si ricorda inoltre  agli utenti della Comunità, che con decorrenza della stessa data di inizio delle attività i server VIAF dedicati al simulatore Falcon BMS saranno accessibili esclusivamente tramite il nuovo meccanismo individuale di autenticazione, che prevede l'adozione di credenziali personalizzate assegnate ad ogni singolo utente. Chiunque avesse delel difficoltà ad accedere e/o non avesse ricevuto le credenziali è invitato ad inoltrare un messaggio al Dip. WEB/IT oppure ad aprire un ticket sul sistema di supporto.

Pubblicato in News VIAF
Mercoledì, 24 Giugno 2015 16:32

Firewall VIAF: powered by Juniper Networks

firewall VIAF

La protezione dei server della Comunità VIAF, è stata aggiornata e dal 1 giugno 2015 sono protetti dalla piattaforma firewall appliance ISG-1000 (with IDP blade), powered by Juniper Neworks.

Il sistema è gestito dalla struttura dell'hosting della serverfarm dove sono alloggiati i nostri server, ed è configurato in modo appropriato, è in grado di "auto-apprendere" ed identificare i comportamenti non standard del protocollo e della relativa applicazione in uso. Inoltre grazio a questo meccanismo è in grado e di associare la sorgente con una "behaviour" non corretto dell'utente, decidendo in autonomia di "chiudere temporaneamente" o di "bloccare per un tempo più lungo"  un o molteplici ip, impendendo che eventuale traffico non lecito raggiunga i server o crei situazioni di DDoS (distribuited denied of service). La piattaforma ISG-1000 con la sua capacità di 2Gb di Firewall throughput performance, 500000 sessioni contemporanee, e con 20000 sessioni al secondo, permette di pubblicare all'esterno l'intera infrastruttura di rete della Comunità VIAF e di fornire uno dei più sofisticati sistemi di protezione e firewallng a disposizione di una Comunità no profit.


ScreenOS®
Firewall performance (large packets) 2 Gbps 
Firewall performance (small packets) 1 Gbps 
Firewall packets per second (64 byte) 1.5 M PPS 
AES256+SHA-1 VPN performance 1 Gbps 
3DES+SHA-1 VPN performance 1 Gbps 
Maximum concurrent sessions3 500,000 
New sessions/second 20,000 
Maximum security policies 10,000 
Maximum users supported Unrestricted 
Network Connectivity
Fixed I/O 4 10/100/1000 ports 0
Interface expansion slots 2, up to 8 10/100/1000,

Firewall
Network attack detection: Yes
Denial of service (DoS) and distributed denial of service
(DDoS) protection: Yes
TCP reassembly for fragmented packet protection: Yes 
Brute force attack mitigation Yes
SYN cookie protection: Yes
Zone-based IP spoofing: Yes
Malformed packet protection: Yes
Integrated IPS (Optional Integrated IDP)2 
Stateful protocol signatures: Yes
Attack detection mechanisms Stateful signatures, traffic anomaly
detection, protocol anomaly detection
(zero-day coverage), backdoor detection
Stateful signatures, traffic anomaly
detection, protocol anomaly detection
(zero-day coverage), backdoor detection
Attack response mechanisms Drop connection, close connection, session
packet log, session summary, email, custom
Drop connection, close connection, session
packet log session summary, email, custom
Attack notification mechanisms Session packet log, session summary, email,
SNMP, system log, WebTrends
Session packet log, session summary, email,
SNMP, system log, WebTrends
Worm protection: Yes
Simplified installation through recommended policies: Yes
Trojan protection: Yes
Spyware/adware/keylogger protection: Yes
Other malware protection: Yes
Protection against attack proliferation from infected systems: Yes
Reconnaissance protection. Yes

ISG1000 
Integrated IPS (Optional Integrated IDP)2, 
Request and response side attack protection Yes
Compound attacks – combines stateful signatures and
protocol anomalies: Yes
Create custom attack signatures:Yes
Access contexts for customization; 500+
Attack editing (port range, etc.): Yes
Stream signatures: Yes
Protocol thresholds: Yes
Stateful protocol signatures: Yes
Approximate number of attacks covered: 6,700
Detailed threat descriptions and remediation/patch info: Yes
Enterprise security profiler: Yes
Create and enforce appropriate application-usage policies: Yes
Attacker and target audit trail and reporting: Yes
Deployment modes In-line or in-line TAP In-line or in-line TAP
Frequency of updates Daily and emergency Daily and emergency
Unified Threat Management/Content Security
Deep Inspection signature packs: Yes
IPS (Deep Inspection firewall): Yes
Protocol anomaly detection: Yes
Stateful protocol signatures: Yes
IPS/Deep Inspection attack pattern obfuscation: Yes
ICAP antivirus redirection: Yes
Antispam: Yes
Integrated URL filtering: Yes
External URL filtering: Yes

Pubblicato in News VIAF

F16 launch_event

Domenica 12 ottobre in concomitanza della festa organizzata per il "battesimo" del completamente del cockpit dell'F-16 Fighting Falcon (block52) di Luca "Merlin" B. , si è tenuta il terzo ritrovo VIAF del 2014 (dopo Locarno e Nervesa della Battaglia). Inutile dire che la festa è si è rilvelata un successo totale, così come l'ennesima occasione di ritrovarsi e la voglia di stare insieme, condifivdere la propria passione, e stare tra amici. Ringraziamo quindi tutti quelli che hanno presenziato, divorando centinaia di chilometri per essere con noi all'innaugurazione "live" del cockpit di Luca "Merlin" e al raduno con immancabile mini torneo di DF, ma ringraziamo e salutiamo tutti i membri della comunità che per contrattempi vari non sono pututi esserci e tutti coloro che avrebbero voluto ma, causa distanza, non ce l'hanno fatta ad essere con noi.

Ancora una volta, per l'ennesiam volta, la comunità VIAF si dimostra essere una comunità viva, numerosa, reale, e presente nel suo organico agli eventi "reali".

" Volo virtuale, emozioni, incontri ed amicizie ASSOLUTAMENTE REALI "

10703605 1038380686202430_56530453510196658_n

Pubblicato in Aeronautica e dintorni

invito 103_hangar

La Comunità VIAF è stata invitata e gradita ospite, il giorno 8 settembre del 2014, a presenziare e partecipare alla Cerimonia del cambio di Comando del 103° Gruppo Volo "Indians" di base presso il 51°Stormo di Istrana.

La cerimonia ha sancito l'avvicendamento al comando del 103° Gruppo Volo del 51° Stormo tra il Maggiore Emanuele C. (Comandante uscente) ed il Maggiore Alfonso P. (Comandante subentrante) 

Nel corso della cerimonia il Maggiore pilota Emanuele C., Comandante uscente) ha elogiato l’eccellente operato svolto degli uomini del Gruppo che sono stati impiegati durante tutte le operazioni che si sono svolte sia all'interno dei confini nazionali, sia all'interno di contesti nazionali ed internazionali, operativi ed esercitativi.

La nostra Comunità attraverso la presenza della delegazione presente, ha voluto nuovamente ringraziare il Maggiore pilota Emanuele C. , il Maggiore pilota Alfonso P. e tutto il 103°Gruppo per la stima e l'amicizia che hanno dimostrato nei confronti della nostra Comunità e della nostra Associazione, e testimoniare la vicinanza di tutta la Comunità VIAF, durante la partecipazione del 103° ai vari scenari operativi in cui il Gruppo è stato e sarà chiamato a svolgere un ruolo di protagonista. 

La cerimonia si è svolta alla presenza del Comandante del 51° Stormo, Colonnello Maurizio D’Andrea, del personale dello Stormo e di numerosi ex appartenenti al 103° Gruppo Volo.

 

 

Fotograzie (parziali) : 51° Stormo - Istrana (TV) - Cap. Marco Barone / Riferimento  Portale Aeronautica Militare

 

invito 103full

 

Pubblicato in Aeronautica e dintorni

Si comunica che in data 10 luglio 2014, in accordo tra il Dip.Accademia, e il Dip.Operazioni VIAF, l'IP VIAF, Roberto "HELLFIRE" C. viene assegnato in forza al personale del Dipartimento Accademia Scuole Volo VIAF. Il ruolino di servizio e i privilegi di accesso dell'utente sono stati aggiornati come richiesto da Responsabile del Dip. Accademia Scuole Volo.

All'IP vanno le nostre sentite congratulazione per il nuovo incarico, e i nostri sentiti ringraziamenti per il lavoro e l'impegno profuso.


100xDip.Accademia scuole volo 2 100xDip.Accademia scuole volo

Pubblicato in Dipartimento Accademia
Venerdì, 06 Giugno 2014 23:23

Cielo Aperto 2014: Missione Compiuta

 

locarnoPC7

 

La manifestazione Cielo Aperto 2014 si è conclusa poco meno di 5 giorni fa, e al termine di  12 giorni di intensa attività e di intense emozioni è il momento di tirare le somme di questa fantastica esperienza  che abbiamo avuto il piacere e l’onore di vivere. Come Presidente dell’Associazione VIAF, a nome del Consiglio Direttivo, di tutta l’Associazione e di tutta la Comunità della Virtual Italian Air Force, possiamo dire senza esitazione e ombra di dubbio che siamo felici ed orgogliosi di aver potuto partecipare a questo fantastico evento, che ci ha visti impegnati al fianco dell’Aeronautica militare svizzera e dello Stato Maggiore per tutti i 12 giorni dell’evento. Per tutti noi che abbiamo partecipato è stata una gioia incommensurabile e motivo di orgoglio aver potuto dare, con il nostro simulatore, il nostro contributo  e catturare l’interesse e la curiosità delle centinaia di presenti che durante tutti i giorni dell’evento hanno assiepato i locali dove noi eravamo pronti a dare dimostrazione e a far provare direttamente il nostro simulatore.  Altrettanto felici e soddisfatti di aver contribuito a far scoccare la scintilla della passione per il volo, ai giovani studenti che per giorni si sono susseguiti ai comandi del nostro cockpit. La fatica, tutt’altro che trascurabile, al termine alla fine di ogni giornata è sempre stata alleggerita  per l'atmosfera ed il calore che tutti i membri della base ci hanno  dimostrato e che ci ha sempre accompagnato. 

Pertanto vanno i nostri sentiti e sinceri ringraziamenti al Col. Tiziano Ponti, Comandante della Base Aerea di Locarno, per averci offerto questa fantastica opportunità; un grazie a Carlo Manea, responsabile organizzatore e Capo di Stato Maggiore, che ha creduto in noi, nel nostro simulatore e bnella nostra professionalità e disponibilità, e che ci ha sostenuto quotidianamente facendoci sentire "gente di  casa" , nel vero senso della parola; un grazie speciale a tutto il personale civile e militare  della Base Aerea di Locarno che ci hanno fatto sentire per 12 giorni “parte della loro famiglia” e per il calore e la gentilezza che con cui ci hanno accompagnato quotidianamente; un enorme ringraziamento a tutti coloro che ci hanno dato quotidianamente, il modo di visitare e conoscere la vostra struttura, le vostre attività e i vostri gesti quotidiani, perché per noi è stato un privilegio importante; un ringraziamento a Fabrizio che per quanto fosse stato subissato di richieste e prenotazioni al simulatore del Pilatus, è riuscito regolarmente a fare in modo di darci la possibilità di svolgere ore di volo a bordo del simulatore del  Pilatus PC-7 anche se gli abbiamo sistematicamente portato  l’aereo virtuale in over-g ; un ringraziamento a Boris, con la sua disponibilità e simpatia ha fatto in modo che nei (pochi) momenti di calma ci fosse la possibilità di ammirare e “toccare con mano” la linea volo dei PC-7; un ringraziamento sentito anche a Romano che con i suoi simulatori per Flight Simulator X, è stato al nostro fianco giorno dopo giorno , con la sua squisita gentilezza e simpatia che ci ha dimostrato e per averci sostenuto ed aiutato nei momenti più “caldi”; Un ringraziamento speciale e doveroso va anche allo Chef Gigi perché ci ha coccolati e accuditi come mai ci siamo sentiti prima d’ora… eravamo tra i primi ad arrivare a colazione, e SEMPRE gli ultimi (causa coda al cockpit) a cena, ma per noi c’era sempre qualcosa di pronto e di squisito che ci attendeva.

…..ma in realtà l’elenco dei ringraziamenti non si limita a questo…. L’elenco è infatti lunghissimo, dal primo inserviente civile, dal personale che si occupava della nostra sistemazione fino all’ultimo ufficiale ad ogni singola persona della base e dell’aeroporto di Locarno. Benché di moltissimi non rammentiamo o non conosciamo il nome, questo non ci impedisce di ringraziarli e ringraziarvi dal profondo del nostro cuore e di dimostrarvi tutta la nostra gratitudine per i bellissimi ed intensissimi momenti che ci avete permesso di trascorrere al vostro fianco. Tutti noi vi ringraziamo dal primo all’ultimo, dal profondo del nostro cuore, e speriamo di poter tornare a trovarvi presto.

 

Il Presidente VIAF No Profit

Luca "Prophecy" Astori

Pubblicato in Aeronautica e dintorni
Mercoledì, 02 Aprile 2014 12:51

Abbigliamento VIAF: Collezione 2014

E' disponibile la collezione 2014 dell'abbigliamento targato VIAF

new abbigliamento_660

Anche l'abbigliamento che in passato era presente e disponibile per i soci e pe ri membri della Comunità VIAF si aggiorna con il nuovo logo della Comunità, e dopo 1 anno è finalmente disponibile la collezione dei capi di abbigliaemnto che danno valore aggiunto al senso di appartenenza di questa Comunità di persone che condividono tra loro la passione per il volo (virtuale e reale) e la voglia di stare insieme.

Attualmente l'accesso all'acquisto del materiale è limitato ai soli soci/membri della Comunità. Qui sotto troverete il link di accesso alla pagine per eseguire il vostro ordine.  Il metodo di pagamento è vincolato esclusivamente ai pagamenti tramite PayPal, che è sinonimo di garanzia, sicurezza ed affidabilità.


yellow getinstantaccess-4

 

Pubblicato in News VIAF

VIAF noi_CI_voliamo_bene

Nella giornata di sabato 06 luglio, presso l'avio-superficie/agriturismo di Ca del Conte ad Alseno nella provincia di Piacenza, si è tenuta l'edizione 2013 del VFRMeeting. Grazie al nostro Max "Lento" B. VIAF è stata presente ed attiva al fianco dell'Istituto Statale "F.Faccio" di Castellamonte (TO) per contiuare il sostegno alla sottoscrizione pubblica per la raccolta dei fondi necessari al traguardo di acquistare il carrello per il trasporto del cock-pit dell'F16 realizzato con il progetto Volere Volare (link), di cui il buon "Lento" è promotore. Già dall'inserimento della presa di corrente il venerdì nel tardo pomeriggio il pit è stato oggetto d'attenzione di un pubblico interessato e competente, pur non essendo l'attrazione principale.

Infatti nel corso della manifestazione si sono seduti sull'Ace-2 circa 50 persone, partendo da appassionati arrivati dalla Svizzera e dalla Germania, ad ospiti arabi dell'agriturismo, da piloti di PA-28 a comandanti di 737, tutti sorpresi e meravigliati dal realismo e complessità del pit di un F16, rimanendo quasi senza parole nel provare lo stick con sensori di forza. Purtoppo la location riservata al simulatore era distante dalla linea di volo e quindi non è stato possibile, per chi si alternava nell'assistere gli interessati al simulatorevari, fare un voletto "reale" per vedere i colli piacentini dall'alto.

La classica ciliegina sulla torta è stata la serata di sabato iniziata con l'aperitivo sorseggiato in compagnia delle Sexy Hostes (Sara, Francesca e Nathali) che ci hanno concesso una foto ricordo col cappellino Viaf. Durante la cena a bordo piscina inoltre c'è stata la tappa per la selezione dell'Europe Top Model locale di ragazze Emiliane.

La domenica mattina il simulatore è rimasto a disposizione dei pochi mattinieri fino quasi all'ora di pranzo poi è stato smontato e caricato sul furgone per essere riportato in "hangar" in quel di Boglietto di Costigliole (Asti), dove rimarrà fino alla prossima uscita di fine agosto.

Oltre ai consueti ringraziamenti di rito e d'obbligo, vista la riuscita dell'evento, agli organizzatori del VFRMeeting 2013, al gestore della Ca del Conte, a tutti i partecipanti ed  in special modo a tutti coloro che hanno contribuito con un'offerta nell'apposita cassettina preparata per raccoglere fondi a favore del progetto "volere Volare 2"; special thanks a MariaTeresa, moglie di Max "Lento" che ha gestito il disbrigo delle ricevute per le offerte permettendo a noi di dedicarci esclusivamente al simulatore.

Nella piccolossima parte delle foto presenti in questo articolo potete trovare un esempio del "clima che si respirava" all'evento...e che si respirerà anche ai prossimi....
Vi aspettiamo numerosi, perchè "noi vi voliamo bene"

Dip. Operazioni

NOI "CI" VOLIAMO BENE !!!

( ...... sicuramente quelli che c'erano :-)  )

Pubblicato in Aeronautica e dintorni
«InizioPrec.12Succ.Fine»
Pagina 1 di 2

COUNTRY IP

IP: 3.84.186.122
Country: United States

Statistiche ATO

Eventi recenti
Eventi: 42
Hits: 20
Posti registrati: 9
Registrazioni: 9

Eventi passati
Eventi: 313
Hits: 7407
Posti registrati: 1662
Registrazioni: 1656

Italian Dutch English French German Spanish

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set.


To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I agree and I accept cookies from this site